Giovedì, 05 Marzo 2015 21:02

RSU. 130 al voto su 143 aventi diritto

Scritto da

COMUNICATO STAMPA

Con l’ultimo giorno di consultazione sono andati a votare complessivamente 130 su 143 aventi diritto. “Una partecipazione sentita e  condivisa” è il giudizio unanime della Commissione elettorale e del Seggio che hanno tenuto a battesimo la consultazione 2015 tra i dipendenti del Comune di Castrovillari per eleggere i sette nuovi rappresentanti sindacali unitari.

Il seggio è stato chiuso alle ore 17,30 come da cronoprogramma e la curiosità per chi si è presentato è già alta.

In un momento nel quale gli enti locali stanno attraversando uno dei periodi più delicati della storia repubblicana, dati di coinvolgimento come questo non sono cosa da poco, ma sicuramente un fatto che deve far riflettere sul desiderio delle persone di partecipare da interprete nella costruzione di possibili nuovi percorsi dove l’elemento umano e le capacità sono indispensabili per la crescita del bene comune e di quei sistemi sinergici, funzionali al raggiungimento di obiettivi di sviluppo e progresso che non devono escludere nessuno e che ogni società vuole perseguire quando le vengono offerte gli strumenti adatti.

Domani,intanto, nella sala delle rappresentanze, al primo piano di palazzo Gallo, lo spoglio nel quale verrà svelata la costituzione della RSU eletta tra i 16 candidati riconducibili alle sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil.

Questa viene designata con il metodo proporzionale. La stessa, nella prima riunione utile, poi, andrà a investire il suo prossimo coordinatore aziendale.

La RSU sarà subito impegnata per la contrattazione 2015 e nelle altre questioni che coinvolgono sempre più la pubblica amministrazione ed i dipendenti tra efficienza e servizi.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

Giovedì, 05 Marzo 2015 16:05

Io sto con Rosario

Scritto da

Dopo la pubblicazione della notizia del vergognoso licenziamento subito da un nostro concittadino, Rosario RUMMOLO, da parte della ditta in cui prestava servizio, la Ferloc, in seguito a legittime richieste di delucidazioni su, a quanto pare, evidenti irregolarità riportate sulla busta paga, oltre al così detto ashtag , partito qualche giorno fa su varie piattaforme sociali, da ieri è partita, altrettanto spontaneamente, la campagna “Mettiamoci la faccia”, con cui i cittadini del capoluogo del Pollino si ritraggono in fotografia, anche in gruppo, per poi postarla, colla scritta “Io sto con Rosario” esprimendo partecipazione alla lotta condotta dallo stesso per il licenziamento, per altro attuato, secondo l'azienda, “per giusta causa”.

Anche noi di CV in Rete ci stringiamo attorno a lui esprimendogli la nostra piena solidarietà.

− COMUNICATO STAMPA −

La FIPAV Comitato Regionale Calabria in collaborazione con la Scuola Volley Avolio di Castrovillari orga“nizza il 5 Marzo 2015 a partire dalle ore 15.00, nella Palestra del Polisportivo 1° Maggio “Franceschino Filpo” , una seduta di allenamento in occasione del "PROGETTO TALENTI REGIONE femminile ,indetto dal Settore Tecnico Nazionale. Nella giornata di domani sotto la direzione tecnica del responsabile del progetto selettivo nazionale Prof. Giuseppe Davide Galli, che sarà coadiuvato dai selezionatori regionali e provinciali, saranno visionate 18 atlete provenienti da tutta la Calabria nate nel 2000-2001 e  99.  Seguirà il Corso di Aggiornamento per gli allenatori della Calabria di ogni ordine e grado dove relazionerà il prof. Galli sul tema: "Dal palleggio didattico al palleggio di alzata. Lo sviluppo tecnico tattico dell'alzatore”. La Scuola Volley Avolio e il Comitato Regionale Calabria sono infatti orgogliosi di poter organizzare e ospitare un evento di tale portata per la pallavolo calabrese, che ha la finalità di qualificare il movimento pallavolistico e la ricerca e lo sviluppo dei  talenti. La società castrovillarese ringrazia il Comitato regionale Calabria per aver scelto Castrovillari quale sede di questo evento.

Scuola Avolio Volley Castrovillari

− COMUNICATO STAMPA −

Il progetto locale Nati per Leggere Castrovillari aderisce alla decima edizione di “Storie Piccine”, la settimana Nati per Leggere del mese di marzo dedicata alla lettura ad alta voce, promossa dalla Città di Torino , da Iter - Istituto Torinese per un’Educazione Responsabile-, dalla rete di Biblioteche Civiche Torinesi e dalla Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura. Un evento che negli anni ha coinvolto molti progetti locali e regionali Nati per Leggere. “Libro, dove mi porti?” è il titolo dell’iniziativa locale che prevede quattro incontri di lettura dal 10 al 13 marzo. Martedì 10 in biblioteca, dalle 16:00 alle 17:30, ai bambini di età compresa dai 3 ai 6 anni i lettori volontari leggeranno “Lupo&lupetto” e “Crictor, il serpente buono”, due dei libri vincitori della V edizione del Premio nazionale Nati per Leggere 2014 che approfondiscono il tema dell’amicizia e della scoperta di sé; mercoledì 11 marzo alle 9:45 con i bambini della sezione Primavera della scuola paritaria Mamma Chioccia, l’educatrice e lettrice volontaria Patrizia Pisani insieme ai bambini e genitori svolgerà un laboratorio sulle emozioni “Facciamo finta che... “ a partire dal libro “Guarda che faccia!” uno dei libri in edizione speciale Nati per Leggere; giovedì 12 marzo alle 15:00 presso il Puntino lettura NpL della scuola dell’infanzia Rione Civita le maestre e i lettori volontari leggeranno “Orso, buco!”, altro libro vincitore del Premio NpL, che insieme a ritmi, suoni, forme e colori, offre al bambino una grande capacità di immaginare dentro e oltre la storia. Venerdì 13 marzo alle 9:30 i lettori volontari incontreranno i bambini con i loro genitori presso l’asilo nido comunale per leggere insieme “Le mani di papà”, libro vincitore della sezione del Premio “Nascere con i libri”. Dunque ancora belle storie, per il puro piacere della lettura insieme ai piccini, per fermare il tempo e ritrovare nel libro un punto d’incontro. Le letture continueranno in altri Punti e Puntini lettura NpL della città che si stanno costituendo, in biblioteca, negli ambulatori pediatrici, presso l’U.O. di Pediatria, nelle scuole. Una rete locale che comincia a funzionare, un progetto di comunità ancora sperimentale ma che si spera avrà il sostegno della comunità intera.

Info: https://www.facebook.com/NatiperLeggereCalabria; www.natiperleggere.it

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ; Tel. 328.6290572

Il coordinamento locale NpL

− COMUNICATO STAMPA −

Dopo il grande successo riscosso dalla compagnia Aprustum con “Cafè Chantant “ di Eduardo Scarpetta la XIV Stagione di TeatroMusica, organizzata da L’Allegra Ribalta in sinergia con il Comune, continua con un altro appuntamento da non perdere. Protagonisti all’auditorium comunale, domenica 8 marzo alle 18,30, saranno gli attori siciliani della Compagnia Ettore Petrolini di Barcellona Pozzo di Gotto con la commedia brillante “Decisamente brutta…” di Francesco Chianese. Divisa in due atti la commedia, che vede otto attori in scena, è basata sull'inganno. Si ironizza su fatti che potrebbero accadere e forse in qualche famiglia, di scarsi valori morali, accadono. In fondo, in fondo cos'è la vita... se non un piacevole inganno? Visto il successo e l'apprezzamento che la Rassegna sta avendo, gli organizzatori invitano tutte le persone interessate allo spettacolo a prenotare in anticipo i biglietti presso “Au Rendez-Vous” di Morano Calabro. La Stagione di TeatroMusica 2014-2015 continua poi con il grande concerto di musica classica “Don Pasquale” di Gaetano Donizetti. Per la prima volta, il 21 e 22 marzo alle 19,30, a Morano sarà rappresentata un’opera intera, a cura dell’Orchestra di Fiati moranese diretta dal M° Massimo Celiberto. Da non perdere.

Domenico Donato

Ufficio stampa TEATROMUSICA

Comunicato stampa

 

E’ davvero originale il concetto di responsabilità e di amore verso il proprio partito e, nel contempo, il richiamo al rispetto delle regole che promana dal delegato della candidata “renziana” alle primarie per la scelta del candidato Sindaco del comune di Castrovillari e dalla candidata stessa.

L’uno, facente parte della commissione di garanzia delle primarie, quale delegato della candidata Saladino, sebbene avvertito, come gli altri, non si presenta alla riunione per la proclamazione dei risultati ed il giorno successivo preannuncia ricorso, senza chiarirne i motivi ma, in compenso, chiede la sospensione della proclamazione già avvenuta. E la chiede alla commissione provinciale, che non c’entra nulla perché non c’è una pronuncia di quella di 1° grado, sol perché deve verificare gli atti. Poi aggiunge che per salvaguardare l’immagine del partito chiede la riservatezza e l’uso interno dello pseudo-ricorso ma, successivamente, proprio lui lo manda alla stampa denunciando irregolarità palesi ed occulte. Sempre senza specificare quali: le deve verificare!

La seconda, invece, richiamandosi compulsivamente al rispetto delle regole, afferma di non esser abituata alle risse, s’indigna perché non vuol esser coinvolta in “canee politiche organizzate” senza sapere che la canea la sta organizzando proprio il suo delegato il quale, preannunziando un ricorso, che ancora attendiamo, getta discredito sul suo partito e sui volontari che hanno prestato gratuitamente e limpidamente la loro opera al servizio della democrazia cittadina. E quando la candidata si chiede: «perché una questione esclusivamente interna e di rispetto delle regole democratiche, renderla merce da baraccone”, dovrebbe porre la domanda al suo delegato e dunque a se stessa. Posto che si suppone che il delegato agisca in suo nome e per suo conto.  

Gli interventi pubblici sulla stampa, finora, sono tutti riconducibili al suo delegato ed a lei. E si tratta effettivamente d’una rappresentazione disdicevole. Che legittima le opinioni di chi diceva: non avevamo dubbi. Se non fosse stata candidata il circolo sarebbe stato reo di frapporre ostacoli al rinnovamento; ora che s’è candidata ed ha perso, nettamente, e senza discussioni, è stata vittima di brogli.

Ed allora, se si contesta  la platea elettorale ammessa alla registrazione ed al voto, lo si deve fare prima che si svolga la consultazione;  e se si ritiene che il regolamento violi le più “elementari regole di tenuta delle elezioni”, lo stesso dev’essere impugnato alle istanze superiori sempre prima della consultazione. Non si possono accettare le regole del gioco, perdere e poi dire che le regole non erano buone.

Ancora, se si ritiene che le modalità con le quali si sono svolte le elezioni primarie, le operazioni di registrazione degli elettori, le corrispondenti modalità di espressione del voto siano illegittime, si tratta evidentemente di violazioni non occulte ma palesi che i rappresentanti della candidata, in deroga al regolamento non iscritti, perché gli iscritti non la garantivano a sufficienza, avrebbero dovuto segnalare a verbale e contestare la sera stessa. Come si fa in tutte le democrazie.

Non esiste, in nessun sistema giudiziario, men che meno in quelli europei ma neanche in quelli meno progrediti, un accesso agli atti, non d’una pubblica amministrazione, ch’è cosa diversa, ma di materiale elettorale. Questo va, invece, verificato, dopo la presentazione d’un ricorso, nel contraddittorio tra le parti dinanzi all’organo giudicante. Queste le elementari norme che regolano in genere le competizioni elettorali e che sono richiamate nel regolamento approvato.

Ma vivaddio le primarie del 22 Febbraio sono state un grande successo di popolo: non ci sono state file né di cinesi, ne di tailandesi né di afgani ne di sedicenni ma di una variegata e composita rappresentanza dell’elettorato castrovillarese che ha scelto chiaramente e nettamente Lo Polito. Non per qualche voto ma per qualche centinaio di voti

E tutto è avvenuto alla presenza costante dei candidati, dei loro rappresentanti nei seggi, del segretario di circolo e di federazione, del vice presidente del collegio di garanzia locale e del Presidente di quello d’Appello. E dinanzi alla televisione ed alla radio. Con l’impegno di tesserati del PD e del PSI che sono stati per circa 15 ore impegnati nelle attività di registrazione e di spoglio. Ci sarà stato anche qualche errore, qualche elettore del centro destra, qualche provocatore che ha cercato l’incidente, ma tutto s’è svolto correttamente e limpidamente. Tant’è che nessuno ha avuto da ridire o ha segnalato irregolarità.

Il dopo non appartiene alla civiltà del circolo di Castrovillari ma a chi non vi ha mai appartenuto non è in sintonia con i suoi valori e non lo sarà mai.

In effetti queste primarie un problema ce l’avevano davvero: non erano taroccate!

                                                                                                     Antonello Pompilio

Segretario PD Castrovillari

Pagina 12 di 194
FreshJoomlaTemplates.com
Friday the 23rd. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta