Giovedì, 23 Aprile 2015 15:43

Bitonto (BA). Ordinazione episcopale di don Francesco Savino, vescovo eletto di Cassano all'Ionio

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
La basilica santuario dei Santi medici Cosma e Damiano di BITONTO (BA) La basilica santuario dei Santi medici Cosma e Damiano di BITONTO (BA) Tratta dalla Rete

− COMUNICATO STAMPA −

Saranno circa 500 i fedeli, oltre tutto il clero diocesano, che il 2 maggio parteciperanno, a Bitonto, all’ordinazione episcopale di mons. Francesco Savino, vescovo eletto di Cassano all’Jonio. 

Mentre è al lavoro, presso la Curia vescovile, guidata dall’amministratore diocesano, mons. Francesco Di Chiara, la macchina organizzativa che curerà l’ingresso in diocesi del nuovo Pastore, previsto per domenica 31 maggio, si mette a punto, in questi ultimi giorni di aprile, la trasferta in terra pugliese dove, appunto, sabato 2 maggio, alle ore 17, sul sagrato del Santuario dei Santi Medici Cosma e Damiano, di cui don Francesco Savino è rettore, sarà ordinato vescovo di Cassano durante il rito presieduto dall’arcivescovo metropolita di Bari-Bitonto, mons. Francesco Cacucci, consacranti il segretario generale della CEI, mons. Nunzio Galantino, Vescovo emerito di Cassano all’Jonio e suo precedessore e mons. Gastone Simone, Vescovo emerito di Prato. 

Mons. Savino, nominato vescovo da Papa Francesco nello scorso mese di febbraio, succede a mons. Nunzio Galantino al quale il Papa aveva chiesto, in occasione dell’udienza del 21 febbraio riservata alla diocesi di Cassano, di dedicarsi esclusivamente all’incarico di segretario della Conferenza Episcopale Italiana. 

In tempi rapidissimi, il Santo Padre ha scelto il nuovo Pastore che ha avuto modo in più di un’occasione di rivolgere messaggi d’affetto e di comunione alla sua nuova comunità che ora attende il 2 maggio con grande emozione.

Diocesi di Cassano all'Jonio

Ufficio per le Comunicazioni Sociali

Direttore: Dott. Roberto Fittipaldi

Ἀδάμας Mέλας (Adàmas Mèlas)

Semper adamas

«La mia gente non ha paura di nulla, nemmeno delle parole»
(Gabriele d'ANNUNZIO, principe di Montenevoso)

«Ritti sulla cima del mondo, noi scagliammo, una volta ancora, la nostra sfida alle stelle!»
(Filippo Tommaso MARINETTI, Manifesto del Futurismo, in «Le Figaro», PARIGI, 20 febbraio 1909)

Vi Veri Veniversum Vivus Vici

Wednesday the 23rd. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta