Angela Micieli

Angela Micieli

COMUNICATO STAMPA

Nella mia idea di democrazia, ogni cittadino, ogni categoria deve avere la possibilità di far emergere i suoi elementi migliori, perché ciascuno di essi possa contribuire con il suo lavoro, le sue energie e le sue qualità personali al progresso ed alla crescita della comunità. Con questo presupposto, mi sono candidato alle primarie del CentroSinistra e ho condotto tutto il percorso che porta al voto di domenica.

In me è ben presente la volontà di assumere un solo grande impegno con la mia città, impegno che voglio trasformare in certezza: lascerò Castrovillari meglio di com’è adesso!

Se come auspico, e molti sono i segnali in questo senso che mi portano a ritenerlo, Domenica sarete in tanti ad accordarmi il vostro voto e la vostra fiducia e sarò quindi chiamato a guidare il centro sinistra cittadino, coalizione che occorre necessariamente allargare a tutte quelle componenti politiche e civiche che naturalmente ne fanno parte, lavorerò da subito alla redazione di un programma partecipato e condiviso con tutti coloro che vorranno offrire il proprio contributo. Un programma fatto di proposte chiare e concrete, che avrà alla base la tutela dei più deboli, delle famiglie, dei giovani, così come il lavoro, la cultura, il rilancio turistico e delle attività produttive, l’intercettazione di importanti fondi europei, la realizzazione di progetti innovativi e fattibili, l’ammodernamento della macchina amministrativa, il risanamento del centro urbano e delle periferie, la valorizzazione dei beni culturali, la salvaguardia della salute e del bene ambientale, la trasparenza e la ferma determinazione nella lotta agli sprechi, all’inefficienza, al degrado ed alla insicurezza.

Non prometto ciò che so di non poter mantenere e sono svincolato da clan e camarille, dalle pressioni, dagli interessi particolari che solitamente sono pane, companatico e giogo per i candidati; avrò la forza di tenere dritta e solida la barra sul futuro, per "traghettare" il domani senza dimenticare nessuno, senza fare figli e figliastri, senza discriminare parti della città e persone che vivono nella città sulla base di un intollerabile pregiudizio “di casta’”.

La mia campagna elettorale è stata volutamente incentrata sulle prospettive e le proposte amministrative per il futuro della nostra città. Non ho accettato di prendere parte a nessun'altra forma di possibile propaganda: di una parte, non ho condiviso i tratti rabbiosi e rancorosi e né il continuo riferimento ad "amici e nemici", visto che tutto ciò non può che continuare ad alimentare quel clima di tensione e di isolamento che già tanto male ha fatto alla nostra cittadina; dell'altra, non ho invece affatto condiviso l'idea di una campagna inconsistente, priva di contenuti, fatta di annunci roboanti e basata sull'opulenza e l'inutile quanto vuota ostentazione, costantemente fuori misura, così come notoriamente "fuori misura" sono le persone che la hanno alimentata.

Anche questo mi rende molto diverso. La mia figura, da sempre volta alla prospettiva ed alla voglia di fare, è sganciata da concetti autoreferenziali ed è caratterizzata da una visione di città messa a sistema, in condivisione con i cittadini e le categorie, oltre che priva di preconcetti.

La città che voglio disegnare si fonda su un’idea di sviluppo orizzontale, che è esattamente l'opposto di una città fondata su un'idea di sviluppo verticale che, seppur partendo dal basso, al vertice della piramide ha un uomo solo al comando. La città orizzontale è una comunità che riconosce a tutti pari dignità, pari opportunità e pari possibilità; che sa apprezzare pienamente il valore e la professionalità dei suoi operai, dei suoi artigiani, dei commercianti, dei professionisti e degli imprenditori. Una comunità volenterosa, composta da donne e uomini che intendono lavorare per il bene comune, che vogliono concorrere con determinazione ad un reale cambiamento.

Voglio mettere la mia esperienza politica ed amministrativa, maturata alla guida dell’ex Comunità Montana, al servizio della mia città. Lo farò a tempo pieno, dedicando a questa azione il meglio di me stesso. La Città che voglio disegnare è una Castrovillari che torni ad essere punto di riferimento a livello territoriale, provinciale e regionale e che sia capace di uscire fuori dalbuio politico e amministrativo in cui è stata relegata.

Chiedo il vostro sostegno e la vostra collaborazione per vincere insieme, perché tutti noi meritiamo di più, perché la Città di Castrovillari davvero merita di più!

Tonino Morelli

AVVISO

Si porta a conoscenza della cittadinanza che la Prefettura di Cosenza con circolare  prot. n.5425/2015/EE.LL del 06/02/2015 ha comunicato di non disporre, allo stato, di un numero congruo di modelli di carte di identità da consegnare ai Comuni.

Pertanto, la stessa Prefettura, ha invitato i Comuni a “ contenere il rilascio di carte di identità ai soli casi di assoluta necessità”.

Si riporta in ogni caso, l’art.35 del DPR 445/2000 ove sono specificati i documenti equipollenti alla carta d’identità.

“ Articolo 35
Documenti di identita' e di riconoscimento

1. In tutti i casi in cui nel presente testo unico viene richiesto un documento di identita', esso puo' sempre essere sostituito dal documento di riconoscimento equipollente ai sensi del comma 2.

2. Sono equipollenti alla carta di identita' il passaporto, la patente di guida, la patente nautica, il libretto di pensione, il patentino di abilitazione alla conduzione di impianti termici, il porto d'armi, le tessere di riconoscimento, purche' munite di fotografia e di timbro o di altra segnatura equivalente, rilasciate da un'amministrazione dello Stato.”

COMUNICATO STAMPA

Con riferimento alle notizie apparse sugli organi di stampa, relative al pagamento della tassa sui rifiuti (TARI) che, come noto, ha sostituito la vecchia TARSU, si forniscono i seguenti elementi informativi:

1)   Il tributo in questione è stato introdotto dalla legge n. 147 del 27 dicembre 2013; 

2)   Il Comune di Castrovillari, nella commisurazione della relativa tariffa, si è attenuto scrupolosamente a quanto stabilito dalla normativa statale sopra citata. In particolare le tariffe devono ora essere commisurate alla quantità e qualità dei rifiuti prodotti, e non più solo sulla base dei metri quadrati posseduti.

3)   La stessa normativa ha modificato il regime delle agevolazioni e delle riduzioni connesse in particolare al ricorso, da parte dei cittadini e delle imprese, alla raccolta differenziata;

4)   Il Regolamento adottato con delibera commissariale n. 3 del 29 luglio 2014, contrariamente a quanto asserito nelle non favorevoli valutazioni oggi rese pubbliche, all’articolo 24 riporta puntualmente le varie forme di riduzione, a consuntivo, della tariffa proprio con riferimento alla raccolta differenziata;

5)   Avendo particolare riguardo alle doglianze espresse circa la presunta abolizione dell’agevolazione connessa al compostaggio, si richiama il comma 1, lett. b) del citato art. 24 che, per comodità di lettura, si riporta integralmente e che, ovviamente, ha confermato l’agevolazione medesima:.

nei confronti delle utenze domestiche, residenti nel Comune, che effettuano il compostaggio domestico è riconosciuta una riduzione sulla base di criteri stabiliti ogni anno con la deliberazione di approvazione delle tariffe”.

6)   Il Regolamento ha previsto, sempre all’art. 24, comma 3, le modalità per ottenere la riduzione del costo a consuntivo, consistente nella presentazione di apposita richiesta nell’anno successivo.

7)   Tale modalità operativa si è resa necessaria in ragione di quanto previsto dalla legge istitutiva della tariffa, in base alla quale la copertura finanziaria delle riduzioni e delle agevolazioni deve ora essere assicurata da risorse previste dal bilancio, derivanti dalla fiscalità generale del Comune e non da automatismi che riducono l’importo del gettito TARI.   

8)   Lo stesso articolo 26 del Regolamento, peraltro, prevede altre tipologie di riduzioni tariffarie, come, con riferimento all’ISEE, per locali a uso abitativo per nuclei familiari con oltre 4 componenti e in particolari situazioni.

9)   Con delibera commissariale n. 15 del 30 settembre 2014 sono stati approvati il piano finanziario TARI e la determinazione delle tariffe con le anzidette riduzioni e agevolazioni, come previsto dai citati articoli del Regolamento, ed è stata prevista anche la somma per consentire la concreta attivazione delle anzidette riduzioni e agevolazioni;

10)    Il Regolamento è tuttora visionabile sul sito dell’ente www.comune.castrovillari.cs.gov.it-.

11)   Le modalità per ottenere le agevolazioni e le riduzioni saranno oggetto di apposito avviso pubblico in corso di emanazione.

12)           Relativamente alle difficoltà derivanti dalla emissione di “doppi bollettini” si rappresenta che si è proceduto, in sede di prima applicazione, a richiedere un acconto e il successivo saldo. Ciò si è reso purtroppo necessario a causa delle difficoltà derivanti dalla prima applicazione dell’imposta, non disgiunta dalla caotica produzione normativa che l’ha resa oggetto di ripetuti ”aggiustamenti”. Tali circostanze, evidentemente indipendenti dalla volontà dell’Amministrazione comunale, hanno notevolmente ristretto i tempi tecnici di predisposizione degli atti rendendo necessaria siffatta modalità operativa. Il tutto autorevolmente suffragato dal Ministero dell’Encomia e delle Finanze con parere reso con nota n. 5468 del 23 marzo 2014.

Il Commissario Straordinario

Massimo Mariani

 

COMUNICATO STAMPA

In questi giorni stanno pervenendo nelle case dei cittadini cartelle Equitalia per il pagamento della Tari (che sostituisce la vecchia Tarsu). Appare evidente la poca chiarezza nella gestione della vicenda atteso che molti cittadini sono convinti di aver pagato già nel 2014 la medesima tassa. In realtà, con poca trasparenza, le precedenti cartelle di pagamento non avevano specificato che si trattava del solo acconto. Sarebbe stata opportuna maggiore informazione e soprattutto che il saldo richiesto oggi ai cittadini, fosse stato inviato nell’esercizio di competenza che era il 2014. Infatti, i cittadini di Castrovillari da qui a qualche mese, saranno costretti a pagare nuovamente l’intera tassa per il 2015. La cosa ancora più grave però, è il nuovo regolamento approvato con la delibera n°15 del 30/09/2014 dal Commissario Straordinario che guida il comune di Castrovillari. Con tale atto deliberativovengono quasi totalmente annullate le agevolazioni per le famiglie derivanti dalla differenziata ed in modo particolare dal compostaggio domestico. Ma la cosa più assurda è avere eliminato ogni forma di tutela e garanzia per le attività produtive che per alcuni settori merceologici, si vedono addirittura decuplicati gli importi. Tale modalità di pagamento oltre che iniqua, appare anche illegittima trattandosi di pagamenti riferiti al 2014 in cui molti utenti non hanno fruito di alcuni servizi.

Il Centro-Sinistra di Castrovillari

− COMUNICATO STAMPA −

Il Commissario Prefettizio del Comune di Castrovillari,forse mal consigliato, ha deciso di togliere le agevolazioni previste per le famiglie che effettuano la raccolta differenziata. Sono convito che il Dott. Mariani, nei prossimi giorni, rimedierà a questo errore. Nel mio programma la riduzione dei rifiuti e la raccolta differenziata rappresentano quello che potremmo chiamare “il filo verde”, costituendo uno degli obiettivi fondamentali della nuova azione amministrativa.

Agevolare i Cittadini che effettuano il compostaggio sia nelle abitazioni cittadine che in campagna è un incentivo importante che non può essere abbandonato solo per “fare cassa”.

Castrovillari deve seguire le linee guida Europee applicando il ciclo chiuso dei rifiuti che prevede riduzione, riutilizzo e recupero/riciclo. Solo così il Comune può rendersi autonomo ed organizzare il servizio con impresse esclusivamente pubbliche assieme agli altri Comuni della zona con l’utilizzo di professionalità adeguate e di alto profilo presenti anche nel nostro territorio.

In ultimo ribadisco che ritengo assolutamente necessario costruire la seconda isola ecologica controllata vicina al centro urbano che permetta ai cittadini di conferire i rifiuti, regolarmente differenziati, tutti i giorni della settimana. Così come è indispensabile passare finalmente dalla tassazione in base alla produzione dei rifiuti e non sui metri quadri delle abitazioni.

#cittàequaesostenibile

Antonio Morelli

Candidato alle Primarie del Centro Sinistra di Castrovillari

L'Associazione Cittadina “Solidarietà e Partecipazione” ha fatto pervenire presso gli organi di informazione il comunicato stampa che riportiamo in foto.

Angela Micieli

COMUNICATO STAMPA

Così come tanti altri ambiti, anche quello della gestione dei rifiuti necessita di un’opera combinata di interventi strutturali, da abbinare ad una corretta informazione e sensibilizzazione della cittadinanza.

In primo luogo, occorre fermare ed invertire la tendenza all’aumento continuo della produzione di rifiuti. Questa fattispecie può essere affrontata anche a livello comunale, sia attraverso la promozione di una vera e propria educazione al rispetto della “cosa pubblica”, sia attraverso la stipula di accordi con la grande e piccola distribuzione presente sul territorio, al fine di aumentare l’offerta di materiale riciclabile e riutilizzabile. 

A Castrovillari, la raccolta differenziata “porta a porta” è ormai stata introdotta da diversi anni; essa ha però bisogno di un rilancio verso obiettivi molto più ambiziosi, peraltro già raggiunti da numerose città di medie dimensioni.

A tal fine: dovranno essere attivate campagne mirate, oltre che ai castrovillaresi, anche ai residenti di origine straniera; si dovranno intensificare tutte quelle azioni atte prima a prevenire, poi eventualmente a reprimere,   l’abbandono di sacchetti o buste di spazzatura per le vie cittadine, soprattutto nelle zone più periferiche; dovranno essere avviati controlli più sistematici, mirati a sconfiggere quelle "sacche di resistenza" ancora ostili ad un comportamento civilmente corretto. Tutti dovranno comprendere che la strada avviata è irreversibile. D’altro canto, però, c’è anche bisogno di rispondere ad alcune esigenze importanti per la cittadinanza; in questa direzione, occorrerà procedere alla creazione di almeno due “isole ecologiche controllate”, presso le quali dovrà esser possibile portare i rifiuti, debitamente differenziati, durante tutti i giorni della settimana. 

Anche quanto di virtuoso fatto nella vicina Saracena può costituire un esempio da analizzare con la massima attenzione. Si tratta, infatti, del comune calabrese con la più alta percentuale (oltre il 70%)di raccolta differenziata porta a porta, in cui la vendita dei rifiuti è utilizzata per rimpinguare le casse comunali e far pagare meno tasse ai residenti.

Inoltre, risulta ormai non più rinviabile la costituzione di un consorzio tra i comuni della zona per la gestione, in forma associata, del sistema chiuso dei rifiuti. Esso dovrà essere un attento ed autorevole interlocutore nel confronto con la Regione Calabria, la quale sarà invece chiamata, in breve tempo, a realizzare il “sistema regionale dei rifiuti”.

La prospettiva di un migliorato meccanismo di smaltimento dei rifiuti rappresenta un progetto di primaria importanza per Castrovillari, che dimostra, ancora una volta, come l’impegno verso l’ambiente sia sempre più centrale nella vita dei suoi cittadini! #meritiamodipiù

Tonino Morelli

 COMUNICATO STAMPA

Ho formalmente comunicato al rettore del Santuario della Madonna del Castello, mons. Carmine De Bartolo ed ai Comitati Parrocchiali, di aver interessato ed ottenuto importanti risposte in ordine alla grave situazione di emergenza idrogeologica che giornalmente vivono i fedeli ed i cittadini domiciliati nel centro storico della nostra città.

Dopo aver assistito, purtroppo, all'inefficacia dell'azione posta in essere dagli organismi deputati ad affrontare i pericoli per l'incolumità pubblica e per il notevole patrimonio storico culturale che rischia il più profondo abbandono, non solo ho interessato gli organismi ministeriali posti a tutela del patrimonio religioso e culturale della nostra città e della Calabria, ma a breve la comunità religiosa sarà il fulcro di nuovi e più importanti incontri Politico-Istituzionali Nazionali ed Europei, ove sarà dichiarata vicinanza, solidarietà e decisionismo Politico nei confronti di un'emergenza che s'approssima ad un triste anniversario: tre anni di indifferenza dal rovinoso crollo.

Ho avviato, sin dall’estate del 2014, una ampia attività di Relazioni Politiche finalizzate, che hanno visto  protagonista congiunta e determinata, nella azione verso il MIBAC, la Europarlamentare PD del Collegio Meridionale On.le Pina Picierno, ottenendo  nella giornata di Venerdì 13 febbraio 2015, la valutazione di una immediata azione a sostegno della salvaguardia del nostro Santuario e delle notevoli opere d’arte custodite, impegnando in prima persona il Ministro  Franceschini ed il suo Team Ministeriale, che mi hanno autorizzato l’informazione alla nostra Comunità.

A breve partiranno anche le azioni di velocizzazione della pratica relativa ai fondi strutturali, a gestione Regione Calabria, affinché siano spese le somme assegnate dalla Comunità Europea alla Calabria in materia di dissesto idrogeologico, con la cantierizzazione delle emergenze entro il termine massimo del 31/12/2015.

Mi sembra corretto, da parte mia, e, delle importanti Autorità Politiche Nazionali ed Europee del Partito Democratico,  rinviare a dopo le primarie, ormai prossime, le loro azioni e presenze pubbliche, coinvolgendo, naturalmente, gli organismi locali del nostro Partito.

Sono certa ed esprimo grande soddisfazione, per essere riuscita ad avviare e coordinare tutte le azioni parallele che faranno da base ad una qualsivoglia attività futura posta in essere dai fedeli del Santuario della Madonna del Castello.

 

 Mariella Saladino

    

Comunicato stampa 

Il circolo di Castrovillari esprime solidarietà e vicinanza a Gianni Donato, suo iscritto, componente del comitato di garanzia del PD e già vice Sindaco della città di Castrovillari, vittima dell’ennesimo vile atto intimidatorio. Ma, al di là della vicinanza e della solidarietà, certamente non formali, il circolo di Castrovillari chiede con forza e rinnovato slancio che la lotta al crimine ed all’illegalità, precondizione dello sviluppo, torni ad essere una priorità del Governo Renzi.

 

                                                                                                                                                  Antonello Pompilio

Segretario Circolo di Castrovillari

Venerdì, 13 Febbraio 2015 15:45

Castrovillari per la solidarietà farmaceutica

Anche Castrovillari, sabato 14 febbraio,  partecipa alla XV Giornata di Raccolta del Farmaco.
 
Dieci volontari , riconoscibili dalle pettorine, suddivisi su quattro farmacie, si adopereranno per raccogliere farmaci che andranno ad enti assistenziali impegnati  quotidianamente nella lotta alla povertà sanitaria.
La gente che si recherà nelle farmacie che aderiscono all’iniziativa, potranno acquistare e donare farmaci da banco  che verranno destinati proprio alle persone indigenti.

In un momento di difficoltà per tanti,  troppi, tra famiglie, singoli ed anziani, anche un piccolo gesto è una risposta concreta. Ecco perché l’importanza di partecipare.

Pagina 6 di 124
Monday the 23rd. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta