Politica

Politica (740)

COMUNICATO STAMPA

«Sto dalla parte dei lavoratori e dei sindacati perché sto dalla parte della dignità e della legalità».

Così il consigliere regionale uscente Gianluca Gallo commenta l’atto intimidatorio di cui sono rimasti vittime i dipendenti dello stabilimento Italcementi di Frascineto, che nei giorni scorsi hanno ritrovato nella bacheca delle comunicazioni sindacali una pistola giocattolo ed un bigliettino recante minacce. Afferma Gallo: «Si tratta di un gesto gravissimo, che punta ad intaccare la libertà e la forza dei lavoratori e delle sigle sindacali in un momento alquanto delicato quale quello presente, segnato dal serrato confronto con i vertici aziendali che hanno deciso di spostare altrove parte della produzione, schiudendo da subito le porte della cassa integrazione per decine di persone». Aggiunge Gallo: «Va da sé che ai lavoratori, come a Cgil, Cisl e Uil, va espressa, e non solo simbolicamente, la piena solidarietà. Sin dall’apertura della vertenza ho sostenuto le ragioni della mobilitazione, che ritengo essere coincidenti con le esigenze del territorio. Adesso questo ulteriore fattaccio, meritevole di riprovazione e sdegno ma che induce a proseguire nel cammino intrapreso: ancor più dopo quanto accaduto, assicurare un futuro certo ai lavoratori dell’Italcementi di Frascineto vuol dire garantire, oltre al diritto al lavoro, il rispetto della legalità in una terra che qualcuno vorrebbe fosse cosa sua e non dei calabresi».

Segreteria politica

Consigliere Regionale Gianluca Gallo

COMUNICATO STAMPA

I cittadini castrovillaresi che hanno diritto al voto  il prossimo 23 novembre per  il Presidente ed il Consiglio regionale della Calabria sono 20275 di cui 9797 maschi e 10478 femmine.

Lo rende noto l’Ufficio Elettorale del Comune dopo le consuete verifiche. Questi sono così ripartiti nelle 22 sezioni  che verranno allestite in città: nella n. 1, al  Villaggio Scolastico, Padiglione Maschile,  potranno esprimere il voto 472 maschi e 363 femmine per un totale  di 835 persone; nella 2, sempre al Villaggio Scolastico, Padiglione  Maschile, 381 maschi e 429 femmine per un totale di 810; nella n. 3, Villaggio Scolastico, Padiglione  Maschile, invece, sono  409 maschi e 457 femmine per un totale di 866; nella n. 4, ancora presso il Villaggio Scolastico, Padiglione  Maschile,  328 maschi e 396 femmine per un totale di 724 persone; nella Sezione n. 5 , Villaggio Scolastico, ma Padiglione  Femminile, 440 maschi e 457 femmine per un totale di 897 cittadini; nella n. 6, Villaggio Scolastico, e ancora Padiglione  Femminile, sono 389 maschi e 429 femmine per un totale 818 cittadini; nella 7, sempre al Villaggio Scolastico, Padiglione Femminile, coloro i quali hanno diritto al voto sono 318 maschi e 411 femmine per un totale di 729; nella n. 8, Villaggio Scolastico, Padiglione  Femminile, 397 maschi e 471 femmine per un totale di 868; poi nella n. 9, presso la Scuola media “Enrico De Nicola”, 416 maschi e 470 femmine per un totale di 886 persone; nella 10, Scuola Media “De Nicola”, sono 378 maschi e 438 femmine per un totale di 816 cittadini; nella n. 11 , sempre presso la Scuola media “De Nicola”, 591 maschi e 625 femmine per un totale di 1216 cittadini; nella Sezione 12, ancora alla Scuola media “ Enrico De Nicola” 658 maschi e 618 femmine per un totale di 1276; nella n. 13, questa volta presso la Scuola elementare “SS. Medici”, sono 452 maschi e 470 femmine per un totale di 922 persone; nella 14,  sempre Scuola elementare “SS. Medici”, potranno esprimere il loro voto 371 maschi e 396 femmine per un totale di 767; nella n. 15, Scuola elementare “SS. Medici”, sono 441 maschi e 472 femmine per un totale di 913 persone; nella Sezione n. 16, ancora alla Scuola elementare “SS. Medici” ,571 maschi e 591 femmine per  un totale di 1162; nella n. 17, Scuola elementare “SS. Medici”, 417 maschi e 502 femmine per un totale di 919; nella n. 18, Scuola elementare “SS. Medici”, 446 maschi e 525 femmine per un totale di 971; mentre nella 19, all’Istituto tecnico “Enrico Fermi” sono 564 maschi e 551 femmine per un totale di 1115 persone ; nella n. 20, sempre presso l’Istituto  “E. Fermi” 655 maschi e 632 femmine per un totale di 1287; nella 21 ,  ancora all’Istituto tecnico “Fermi” , 356 maschi e 369 femmine per un totale di 725 persone ed infine alla Sezione n. 22, presso il Centro Sociale Cammarata, hanno diritto al voto 347 maschi e 406 femmine per un totale di 753 cittadini.

L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari

(g.br.)

COMUNICATO STAMPA

Sabato 8-11 alle ore 19.00 Piero Vico, candidato al consiglio regionale nella lista Democratici Progressisti a sostegno di Oliverio presidente, incontrerà i cittadini di Castrovillari e del comprensorio presso il punto d'ascolto in via Roma di fronte al cinema Ciminelli. 

Castrovillari è una città comprensorio, dove i bisogni, le attitudini, il lavoro degli abitanti, i paesi e le cittadine del pollino e della sibaritide si incrociano e si determinano.

Nella tradizione della Città questo avviene nel rispetto delle capacità e attitudini personali in una lunga tradizione di iniziative per favorire le pari opportunità e lo sviluppo del territorio.

I protagonisti sono stati e sono tanti e molteplici, ognuno con la sua storia personale, compresa la mia che oggi concorre alle elezioni per il consiglio regionale della Calabria, affermando la capacità di Castrovillari di essere presente e partecipe con il suo patrimonio di idee e di speranza alla costruzione di un nuovo futuro per la Calabria.

CASTROVILLARI PUÒ.

COMUNICATO STAMPA

Al di là delle parole restano i fatti, e i fatti, ancora una volta, danno ragione all’Amministrazione Lo Polito. Finalmente si conclude con esiti sorprendentemente positivi l’epopea legata al PISL denominato “Borghi Storici del Pollino”, che con decreto della Giunta Regionale n. 423 del 10/10/2014, pubblicato sul Burc n. 54 del 03/11/2014, ufficializza lo scorrimento delle graduatorie PISL, tra cui è ricompreso il “Progetto di restauro e riqualificazione funzionale del Castello Aragonese IV lotto funzionale” con una dotazione finanziaria pari ad € 727.500,00, e approva lo schema di convenzione da sottoscrivere con i comuni ammessi a finanziamento.

Per onor di cronaca ripercorriamo tutte le tappe, che hanno segnato la buona riuscita del finanziamento: mercoledì 4 dicembre 2013 la task force costituita da rappresentanti del Mise e della Commissione europea, che affianca la Regione nell'attuazione del POR FESR 2007-2013, scelse di partire da Castrovillari, comune capofila di diversi PISL, con la ricognizione dati e il sopralluogo sui progetti in fase di realizzazione, non certamente per una casualità ma per l’ottimo lavoro svolto dagli uffici comunali allora incaricati e per l’instancabile coordinamento tecnico - politico avviato, sin dalla firma delle convenzioni, con la regione Calabria. In un clima di grande intesa e stima reciproca, la task force rimarcò la bellezza del territorio del Pollino e sembrò aprire uno spiraglio alle incalzanti richieste dell’Amministrazione Lo Polito sul possibile ripescaggio del progetto di riqualificazione del IV e ultimo lotto funzionale del Castello Aragonese. Tanti i viaggi dell’ex sindaco Lo Polito e dell’assessore Castagnaro, unitamente al tecnico dell’ufficio ing. Mari Roberta in qualità di responsabile dei PISL-parte pubblica tra Lamezia e Catanzaro, al fine di perorare presso l’Assessore Mancini una dotazione finanziaria, che avrebbe rappresentato una svolta per la città, ma soprattutto per il suo centro storico, che con le sue emergenze di grande pregio architettonico sarebbe potuto diventare volano per il rilancio turistico dell’intera area. Il 15 maggio 2014, finalmente l’agognato II e decisivo sopralluogo della Regione Calabria all'interno del Castello Aragonese di Castrovillari, in quella sede tutta la giunta comunale assicurò gli intervenuti sulla fattibilità dell’operazione e soprattutto sul rispetto delle tempistiche assai incalzanti imposte dall’Unione Europea, inoltre su richiesta del Ministero dello Sviluppo Economico fu verificata la possibilità di renderlo totalmente fruibile impiegando i fondi del PISL.

Un progetto doterà le ali inaccessibili dell’antico maniero di sale espositive multimediali, di sale riunioni/lettura, di un piccolo proscenio, al fine di allocarvi buona parte delle associazioni culturali operanti in città e il nascente Archivio Storico Comunale, in cui saranno conservati i documenti e le memorie storiche della città, le quali constano, tra le altre cose, di un centinaio di pergamene autentiche datate a partire dal X sec. d. C. e di decine di manoscritti risalenti al XVI secolo. Inoltre l’intera area sarà video – sorvegliata e si predisporrà la sistemazione a verde del fossato a latere del Castello, riconsegnandolo il bene comune al patrimonio storico, architettonico e culturale della città . Oggi questa opportunità di sviluppo locale diventa realtà.  Resta, pur tuttavia, il rammarico di non poter sovraintendere ai numerosi cantieri che si apriranno in seguito a tutti i finanziamenti intercettati dall’Amministrazione uscente, ma soprattutto rimane vivo il timore che le progettualità avviate, le quali erano state studiate per creare reti, sinergie, integrazione e interazione tra i diversi quartieri urbani, non vengano realizzate secondo quelli che erano i propositi e gli indirizzi politici dell’amministrazione che li ha partoriti, con una visione strategica che doveva disegnare un’identità univoca per la città, ispirandosi al programma politico del “filo rosso”, che avrebbe reso Castrovillari centro nevralgico territoriale di una nuova e moderna visione sociale, economica, ma soprattutto turistica.

Centro-sinistra Castrovillari

COMUNICATO STAMPA

«Tenere accesi i riflettori su di sé dilettandosi con le polemiche è facile, ma non ci interessa. Vogliamo parlare ai calabresi discutendo con loro di quanto c’è da fare per rendere migliore la nostra terra».

Gianluca Gallo, consigliere regionale uscente candidato nella lista della Casa delle Libertà, dà il via alla campagna elettorale. L’appuntamento è per sabato 1 novembre, alle 18, nei saloni del consiglio comunale di Cassano Ionio, per una manifestazione che vedrà il Centrodestra presentarsi alla Calabria citra. All’evento prenderà infatti parte anche la candidata presidente della coalizione, Wanda Ferro. Insieme a lei, altri candidati al Consiglio, esponenti dei partiti e delle forze che compongono lo schieramento, ma pure rappresentanti della società civile e parlamentari, tra i quali i deputati Jole Santelli, coordinatrice regionale di Forza Italia, e Roberto Occhiuto. «Non ci entusiasma - anticipa Gallo – il giochino di attaccare l’avversario, magari anche strumentalmente, come è avvenuto in questi giorni nei nostri riguardi, pur di ottenere visibilità. Preferiamo lavorare e progettare, perché è di concretezza che la Calabria ha bisogno». Per questo, prosegue Gallo, «insieme a Wanda Ferro ed a tanti altri amici ed amiche della coalizione sabato prossimo, a Cassano, apriremo la nostra campagna elettorale, per dibattere di futuro e sviluppo, senza trascurare il presente e le varie situazioni di crisi che lo connotano. Offriremo all’opinione pubblica il bilancio dell’impegno sin qui profuso nelle istituzioni e, soprattutto, le idee cardine ed i programmi sui quali costruire l’avvenire dei territori cosentini, a partire nello specifico dalla Sibaritide e dal Pollino per continuare, nei prossimi giorni, con tutti gli altri». Conclude Gallo: «E’ questo il terreno sul quale cammineremo nelle settimane che ci separano dal voto, con l’intento di contribuire a risolvere problemi e difficoltà, creare condizioni di crescita e regalare fiducia e speranza alle famiglie ed ai giovani

 

Segreteria politica

Consigliere Regionale Gianluca Gallo

Dopo Mimmo Lione e Giuseppe Azzolino, anche Elda Cosenza lascia l’Udc.

La giovane consigliera comunale rende noto d’aver deciso di non rinnovare la tessera e di voler abbandonare il gruppo consiliare, per confluire nel gruppo misto insieme ai colleghi che già l’avevano preceduta nei giorni scorsi all’indomani del sofferto passo indietro del consigliere regionale Gianluca Gallo. «Sono delusa dalle decisioni assunte a Roma sulla testa dei calabresi», dice Cosenza.

«Per anni – aggiunge - abbiamo lavorato alla costruzione di un partito in cui, nel rispetto delle regole democratiche, fosse consentito ai territori di essere artefici del proprio futuro. Le imposizioni dettate dalla segreteria nazionale, contrarie alle determinazioni liberamente assunte dal partito calabrese, hanno ridotto in frantumi questo modello».

Conclude la consigliera comunale: «Fedele al mandato ricevuto dagli elettori, a differenza di qualcuno che oggi si erge a paladino della coerenza dopo aver cambiato idea e sedia già il giorno dopo le elezioni del 2012, resto nel centrodestra, all’opposizione. Da qui, dal gruppo misto, continuerò a lavorare per l’affermazione della casa dei moderati, sostenendo il cammino intrapreso dal consigliere regionale Gallo: costruire, con la politica dei fatti, la Calabria e la Cassano che vogliamo».

Pagina 10 di 74
Monday the 25th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta