Venerdì, 13 Marzo 2015 10:18

Cosenza. La rassegna “Aperitivi letterari” ospita lo scrittore Pino Aprile

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Lo scrittore Pino APRILE Lo scrittore Pino APRILE Ufficio stampa di FALCO Editore

− COMUNICATO STAMPA −

L’uomo che ha ridato dignità al sud, che ha scavato nella storia gettando luce su alcune menzogne risorgimentali, che ha raccontato il meridione indagando tra gli aspetti positivi e negativi, sarà ospite della rassegna Aperitivi Letterari presso la Falco editore. Autore dei bestseller TerroniIl Sud puzzaMai più terroni, e ultimamente Terroni ‘ndernescional, il giornalista e scrittore Pino Aprile si intratterrà, lunedì 16 marzo, alle 19, nella sede della casa editriceFalco (corso Telesio n. 59, accanto alla cattedrale), in una conversazione informale sulle potenzialità, le risorse e gli inganni del mezzogiorno d’Italia.

Pino Aprile ha svelato i raggiri della storia, che si sa, è scritta dai vincitori. Il Sud, da potenza che era con i Borboni, fu invaso e sottomesso al volere dei nuovi padroni d’Italia. Da allora, il declino e la menzogna: il sud come zavorra della nazione, tutto mafia e arretratezza.

Ma c’è tanto altro. E lo scrittore pugliese lo ha raccontato, in Terroni prima e ne Il sud puzza poi.  Storie di eroi silenziosi, di uomini veri, di virtù camuffata dalla maschera dell’illusione.

«Ricordate i comizi contro la mafia, nei Paesi del Sud? L’oratore solo, in una piazza vuota, la gente a origliare da dietro le persiane, per non farsi vedere interessata dal boss e dover dare spiegazioni. Oggi la gente si mostra nei cortei, nei concerti antimafia; e sono i boss a nascondersi a casa».

Questo scrive, Pino Aprile, riferendosi alla forza propulsiva, al fermento intellettuale che negli ultimi anni si è creato a queste latitudini.

Lunedì 16, alle 19, gli estimatori dello scrittore pugliese potranno incontrarlo, grazie alla sua amichevole presenza. A conversare con Pino Aprile saranno l’editore, Michele Falco, e il giornalista Carlo Minervini.

Ufficio stampa 
Falco editore

Carlo Minervini
Ἀδάμας Mέλας (Adàmas Mèlas)

Semper adamas

«La mia gente non ha paura di nulla, nemmeno delle parole»
(Gabriele d'ANNUNZIO, principe di Montenevoso)

«Ritti sulla cima del mondo, noi scagliammo, una volta ancora, la nostra sfida alle stelle!»
(Filippo Tommaso MARINETTI, Manifesto del Futurismo, in «Le Figaro», PARIGI, 20 febbraio 1909)

Vi Veri Veniversum Vivus Vici

Sunday the 19th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta