Venerdì, 22 Agosto 2014 17:50

Viole’ di Angela Micieli conquista il secondo posto al Premio Centro alla Drammaturgia per monologhi

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Angela Micieli Angela Micieli foto Marzio Altimari

Viole’ di e con Angela Micieli, per la regia di Rosy Parrotta, si aggiudica il secondo posto   al Premio Centro alla Drammaturgia per monologhi, la cui finale, a cura di Collettivo VV di Asti e Teatro Tascabile di Alessandria, con l’Alta Adesione del Presidente della Repubblica italiana e con il patrocinio della regione Lazio e della provincia di Viterbo,  si è tenuta, giovedì 21 agosto, presso il cinema Florida, a Soriano nel Cimino in provincia di Viterbo. Un altro meritato riconoscimento per Khoreia 2000 frutto di un alacre lavoro che da anni l’associazione castrovillarese svolge nel mondo della cultura e dello spettacolo. Il monologo Viole’, già pluripremiato al Festival Dirittinscena di Roma come miglior testo e premio giuria popolare, dà voce a una donna che mette a nudo i propri ricordi tanto lontani quanto dolorosi, che si rivela per quella che è fuori dagli schemi, che mostra le sue angosce, le sue paure, ma anche il suo andare avanti nonostante tutto e tutti. Nella magnifica location della cittadina laziale la Micieli ha ottenuto questo importante risultato con la seguente motivazione: “Per aver affrontato un tema sociale di grande attualità trasmettendo emozioni e senza cadere nella banalità”. La giuria di esperti del panorama cinematografico e teatrale nazionale ed internazionale era così composta: Enzo G. Castellari (regista e sceneggiatore), Isabella Pasanisi (attrice, doppiatrice e direttrice di doppiaggio), Anna Rita Pasanisi (attrice, doppiatrice, direttrice di doppiaggio), Maurizio Annesi (attore e Regista). “Non ci si abitua- dichiara Rosy Parrotta raggiunta telefonicamente- a vincere premi, così come non ci si abitua a fare teatro. Ogni volta è come se fosse la prima. Un “qui” e “ora” in cui emozioni e sensazioni si mescolano tra loro per rendere il tutto memorabile. E così la scatola dei ricordi si riempie di nuove esperienze, di piacevoli incontri, di stimolanti scambi culturali. Con lo spettacolo Violè, abbiamo scelto di affrontare, senza compromessi ma con tatto e rispetto, il tema della violenza sulle donne, per smuovere e far riflettere. Con grande sacrificio e orgoglio portiamo avanti questa “missione” di teatro civile che ci proietta già ad ottobre alla quarta edizione del Calàbbria Teatro Festival”.

Laura Capalbi

Ufficio Stampa Khoreia 2000

Monday the 26th. Castrovillari in Rete - Powered by Francesco Parrotta